Cerca nel blog

sabato 31 dicembre 2016

giovedì 15 dicembre 2016

martedì 1 novembre 2016

Legge Bilancio, così il governo Renzi tartassa le famiglie

Le bozze del D.L. sul bilancio, con 105 articoli e 116 pagine, piene di incognite, mance elettorali e ulteriori proroghe e rinvii, oltre alle consuete regalie a banchieri ed assicuratori con l’Ape (l’anticipo pensionistico) che costringe i lavoratori che hanno versato 40 anni di contributi, ad indebitarsi con le banche con mutui ventennali per andare in pensione, sottoscrivendo costose polizze vita a favore delle assicurazioni, contiene uno spudorato finanziamento di 97 milioni di euro a favore dei golfisti della Ryder Cup.
Questi pregano affinchè gli ITALIANI non si "sveglino" il 4 Dicembre 2016 dall'incantesimo, dal martellamento, insomma dal LAVAGGIO cerebrale fattogli da Renzi & c. 
(sarebbero Razzi amari !!!!!) 

Copia di Un pestaggio che poteva finire come il caso ALDROVANDI !!!!





Gli vuole addirittura "mangiare il fegato" (dopo che gliela calciato per bene) !!!!

PS: per aver pubblicato questo video, tanti mi domandano se ho paura !!!!!! ma IO devo aver paura? (credo che la storia non sia così, in quanto potrei aggiungere ALTRO, molto peggio....... es. spiegare perchè permettono al personale civile, impiegato presso di loro, di violare la PRIVACY facendo controlli assai delicati, visto che NON E' UN GIUDICE A RICHIEDERLO ma semplici "amicizie" !!!) Pertanto MUTI perchè a volte la vita cambia in una frazione di secondo o a volte, ancor peggio, si vive MOLTO MALE)

lunedì 31 ottobre 2016

Tutte le indicazioni e mappe dei terremoti in tempo reale da INGV

Centro Balducci 28/10/2016 - Chi e che cosa può salvarci?... con Mas...

Davigo: "Politici che rubano più pericolosi dei delinquenti di strada"

NO. e basta

http://www.movimento5stelle.it/iodicono/

Puoi vedere IN DIRETTA LIVE tutto ciò che accade nel MONDO !!!!

martedì 18 ottobre 2016

E NOOOOOOOOO !!!!!!!

Manca l'aria,
manca un grido,
manca un dio, 
sulla strada solo io. 
La miseria 
dei cervelli del fair-play 
mi vorrebbe come lei 

Io non ho cultura ma non voglio stare male,
che si arrangi chi ha paura del caviale.
E bruciare tutto 
non è sempre così brutto 
come leggi il giorno dopo sul giornale 

E no,
io non ci sto! 
E no, 
io non ci sto!
Lasciatemi nel ghetto ancora un po'…

Io non ho un partito,
non mi basta il sindacato, 
un lavoro non me l'hanno mai trovato. 
La riconversione non mi sembra una ragione 
per confondere 
lo schiavo col padrone

L'intellettuale 
sfrutta come paravento 
"la congiura dell'isolamento", 
dice dal palazzo
cosa è male cosa è bene, 
io da perdere ho soltanto le catene 

E no,
io non ci sto! 
E no, 
io non ci sto!
Lasciatemi nel ghetto ancora un po'…

martedì 11 ottobre 2016

giovedì 22 settembre 2016

I Romani solo qualche mese fà, "piangevano" lacrime di coccodrillo per le "BUCHE SULLE STRADE DEL CENTRO" ma le "BUCHE PIU' GRANDI LE HANNO IN TESTA" !!!!

L'Italia è terra di opere incompiute: sono 868. Sprecati quattro miliardi

La denuncia del Condacons: "Ogni famiglia perde 166 euro. Per completare i progetti servirebbero 1,4 miliardi". E gli scheletri abbandonati aumentano anno dopo anno

Un rendering della vela disegnata dall'architetto spagnolo Santiago Calatrava per la città dello sport di Tor Vergata a Roma (ansa)












MILANO - Le opere incompiute in Italia, nel 2014, sono 868: 176 in più rispetto al 2013 con uno spreco complessivo per le casse dello Stato di 4 miliardi, 166 euro per ogni famiglia italiana. Peggio: per completarle servirebbero 1,4 miliardi di euro. E' quanto calcola il Codacons sulla base dell'ultimo dato disponibile dell'Anagrafe delle opere.

Il record negativo - spiega il Codacons - spetta alla Sicilia, regione che vede sul proprio territorio ben 215 opere rimaste incompiute (il valore assoluto massimo anche se la crescita dipende dal fatto che nell'anno precedente la regione non aveva comunicato il numero di incompiute). In Abruzzo le infrastrutture non portate a compimento sono passate dalle 33 del 2013 alle 40 del 2014; peggiore la situazione della Calabria: 64 incompiute del 2013, 93 nel 2014, mentre in Lombardia in un anno le opere non terminate sono passate da 19 a 35. Male anche la Puglia: 59 nel 2013, 81 nel 2014.

"Queste infrastrutture sono già costate in media 166 euro a famiglia, e per portarle a compimento servirebbero altri 1,4 miliardi di euro - afferma il presidente Carlo Rienzi -. Risorse sottratte alla collettività costretta a finanziare dighe progettate negli anni '60 e poi lasciate in stato di abbandono, porti inaugurati e mai utilizzati, strade che non portano in nessun posto perche' lasciate a metà, strutture inutilizzate a causa degli elevati costi di gestione".

Il "record assoluto dello spreco" spetta senza dubbio - secondo l'associazione - alla Città dello sport di Tor Vergata a Roma, costata finora ai cittadini oltre 607 milioni di euro. Ciò che resta del progetto è lo scheletro della Vela di Calatrava, un vero e proprio mostro urbano che danneggia la città e i residenti della zona, e che andrebbe immediatamente abbattuto. Il fenomeno delle opere incompiute,tuttavia, è assolutamente trasversale: attraversa l'Italia dal nord al sud, e accomuna regioni moderne e all'avanguardia come la Lombardia e il Veneto alle aree meno sviluppate del Mezzogiorno, a dimostrazione che gli sprechi non hanno colore politico o differenze territoriali.

Roma, che caos in città: aumenta il degrado sulle strade romane

Roma come un Emmenthal. Detto così può sembrare una pubblicità mal riuscita, ma in effetti le buche presenti nella Capitale continuano ad essere un problema persistente, che mette a repentaglio l'integrità fisica degli automobilisti. E non solo. Spesso il problema è stato sollevato dai cittadini romani, ma il degrado sulle strade più trafficate della Capitale aumenta ogni giorno.
I dati diffusi sono davvero allarmanti: nel bimestre gennaio-marzo 2016, ci sono statiben 711 incidenti causati dal dissesto del manto stradale. Per non parlare degli interventi richiesti al corpo dei Vigili Urbani: 1972 interventi avvenuti in meno di 100 giorni.


E Malagò pensa ai SOLDONI che faranno "gli amici suoi, PALAZZINARI" e chiede pure alla Raggi di fare da "supervisore" come se intercettare UNA MAZZETTA in qualche conto all'estero fosse così facile !!! e magari questi PROFESSIONISTI delle TANGENTI avranno sicuramente qualche "testa di legno/prestanome" che stà già aspettando con la BAVA ALLA BOCCA !!!! (Tanto ci pensa il solito CANTONE) che a dire il vero a me proprio così a posto non sembrerebbe !!!! (ma io no ci credo)  Lui è sempre pronto; aspetta che Renzi getti "l'osso" e lui corre per riportarglielo. Proprio in ogni "cantone"!!!



sabato 6 agosto 2016

domenica 17 luglio 2016

VERAMENTE TROPPO DURO !!!!!


Osi cambia o l'inverno sarà DURO !!!!


firma subito

firma

<script src="https://d18kwxxua7ik1y.cloudfront.net/product/embeds/v1/change-embeds.js" type="text/javascript"></script>
<div class="change-embed-petition" data-petition-id="6876236"></div>

COSA C'E' DIETRO QUELLE SBARRE ????

venerdì 15 luglio 2016

Gruppo Bilderberg - Lista Meeting 2014



INVIATE LA DOMANDA DI ISCRIZIONE.

sabato 18 giugno 2016

Er "CRAVATTARO" và !!!!!

"Svetonio diceva che "Il buon pastore deve tosare le proprie pecore, non scorticarle". Anche gli usurai, forti delle loro tragiche esperienze, sanno che lo strozzato va incalzato, spolpato, depauperato giorno per giorno con meticolosa precisione ma senza mai costringerlo a morire. Voi classe dirigente, politici, tecnici, con i vostri servi e con i vostri complici, voi che da 20 anni occupate le Istituzioni, non solo non prendete esempio da Svetonio ma neppure riuscite ad emulare gli strozzini! Voi responsabili del debito pubblico, artefici della più spaventosa rapina del secolo, voi che vi riempite la bocca di frasi roboanti e le tasche del denaro appartenente al popolo. Voi classe dirigente casta oppressiva che giurate di osservare la Costituzione e di difendere gli interessi del popolo italiano. Il debito pubblico, che voi avete creato, aumentato, ingigantito e gestito lo avete portato, secondo gli ultimissimi dati della Banca d’Italia a 2.041 miliardi di euro. 2.041 miliardi di euro! L’Italia muore!" Carla Ruocco, M5S Camera.

lunedì 23 maggio 2016

Alessandro Di Battista da Benevento!

VOTA SI...VOTA NO.... ( nessuno sà cosa andrà a cambiare) Ora mi sono rotto le "palle" e vi spiego IO cosa potrebbe accadere se voti SI

Premesso, che sì, ci fanno credere (e in effetti gli eletti in Senato saranno 95) che diminuiranno i costi, ma in realtà pur diminuendo il numero dei Senatori, i non facenti più parte del Senato NON POSSONO ESSERE LICENZIATI (i diritti acquisiti non si possono toccare, stipendi e vitalizi compresi) perciò:
ORA PARLO IO

La riforma del Senato approvata in prima lettura a Palazzo MadamaCon 183 voti a favore la Camera Alta ha detto il primo sì al ddl Boschi, dopo settimane di polemiche e scontri. Si tratta di una riforma che rivoluziona l’attuale assetto costituzionale, a partire dal tramonto del bicameralismo perfetto e dalla fine dell’elettività di primo grado dei senatori. Il ddl, oltre a cambiare le caratteristiche della Camera Alta, modifica radicalmente ilTitolo V, eliminando, per esempio, la legislazione concorrente. Ma nei 40 articoli del testo Boschi sono presenti anche diverse norme che vanno nella ‘linea’ inaugurata dal premier: dalla fine delle indennità per i senatori alla norma anti-Batman (che richiama il soprannome dato all’ex capogruppo Pdl della Regione Lazio Franco Fiorito, condannato per peculato. E’ inserita nell’articolo 39 che prevede lo stop a tutti i “rimborsi o analoghi trasferimenti monetari ai gruppi politici presenti nei consigli regionali”) fino al tetto per gli stipendi per i consiglieri regionali. Ecco i punti principali del testo.
Senato dei 100
La fine del Senato elettivo è certamente la novità più dirompente del ddl e prevede la fine dell’elettività di primo grado. Il futuro Senatosarà composto da 95 membri rappresentativi delle istituzioni territoriali e cinque di nomina presidenziale. Saranno i Consigli regionali e i Consigli delle Province autonome di Trento e Bolzano a scegliere i senatori, con metodo proporzionale, fra i propri componenti. Inoltre ciascunaRegione eleggerà un senatore tra i sindaci dei rispettivi territori. La ripartizione dei seggi tra le varie Regioni avverrà “in proporzione alla loro popolazione” ma nessuna Regione potrà avere meno di due senatori. La durata del mandato dei senatori, che godranno dell’immunità come i colleghi deputati – coincide con quella che si ha nei ‘propri’ organi territoriali.
Le funzioni 
Tramonta la funzione legislativa esercitata collettivamente dalle due Camere prevista dall’articolo 70 dellaCarta. La competenza legislativa ‘normale’ sarà quindi appannaggio della mera Camera dei deputati salvo alcune materie (come quelle etiche, introdotta con un emendamento approvato, con voto segreto, contro il parere del governo). Sulla legge di bilancio, ad esempio la Camera potrà avere l’ultima parola decidendo, a maggioranza semplice, di non conformarsi ai rilievi posti dal futuro Senato. Che, tra l’altro, sarà anche escluso dal potere di concedere amnistia e indulto.
Referendum 
Punto tra i più delicati del testo, le firme necessarie per i referendum restano – a dispetto da quanto previsto dal ddl prima dell’approdo in Aula – 500mila, con il quorum del 50% più uno degli aventi diritto. In caso si arrivi a 800mila firme il quorum, invece, si abbassa alla maggioranza dei votanti dell’ultima tornata elettorale. Sono introdotti, infine, i referendum propositivi ed’indirizzo. Altro tema ‘caldo’ era quello delle leggi di iniziativa popolare: il ddl uscito dalla Commissione prevedeva il ‘salto’ da50mila a 250mila firme. Con un ulteriore emendamento si è scesi a 150mila.
Il nuovo Titolo V
La scomparsa delleProvince dalla Costituzione e della legislazione concorrente tra Stato e Regioni sono il cuore di questa parte del ddl che, in generale dà più competenze allo Stato centrale permettendo anche il commissariamento di Regioni ed enti locali in caso di grave dissesto finanziario ma prevedendo la delega di ulteriori competenze alla alle Regioni a Statuto ordinario ‘virtuose’ in quanto a bilancio. Lo Stato, inoltre potrà esercitare una “clausola di supremazia” verso leRegioni a tutela dell’unità della Repubblica e dell’interesse nazionale.
Le altre norme
Saranno applicabili subito dopo l’entrata in vigore del ddl alcune norme chiave come la soppressione del Cnel, la previsione di un tetto agli stipendi di Presidente e consiglieri regionali – mai superiore a quello dei sindaci dei capoluogo diRegione – e la ‘norma anti-Batman’ che, sulla scia dei recenti scandali, blocca “rimborsi e trasferimenti monetari” pubblici ai gruppi politici regionali.
Il nodo 
La platea per l’elezione del capo dello Stato resta il nodo non sciolto. Il ddl mantiene il Parlamento in seduta comune, ma senza i 3 delegati regionali e cambia i quorum: dal quarto scrutinio è sufficiente la maggioranza dei 3/5 dall’ottavo, la maggioranza assoluta. Ed è probabile che nell’esame alla Camera il punto sarà modificato.


giovedì 19 maggio 2016

Make Money on Blogger with Google AdSense

German Radio Stations Audio Player - Streaming Live on Internet, Listen Free Online - Germany Music and Talk Radio - Learn Native Language Pronunciation | German Dialogues Audio Mp3, Text & English Translation

German Radio Stations Audio Player - Streaming Live on Internet, Listen Free Online - Germany Music and Talk Radio - Learn Native Language Pronunciation | German Dialogues Audio Mp3, Text & English Translation

Il "Tesoro" più grande :........ LA LIBERTA'

Capisco che i miei tesori non sono le cose materiali che possiedo, ma il bisogno di possederne pochissime.
So che le uniche cose che io possa mai tenere con me sono I RICORDI di quei momenti d'oro, quegli sprazzi di verità.
E più raggiungo questa parte di me, più comprendo la natura della LIBERTA' .
E più io posso essere felice in ogni momento della mia VITA.

sabato 7 maggio 2016

A te - Lorenzo Jovanotti Cherubini - Ufficiale



A te che sei la miglior cosa che mi sia successa

giovedì 5 maggio 2016

Pensione e assegno di invalidità: ultime sentenze

http://www.pmi.it/economia/lavoro/approfondimenti/99309/pensione-assegno-invalidita-ultime-sentenze.html

In alternativa se possiede una invalidità è previsto un assegno ordinario di invalidità: una prestazione economica, erogata a domanda, in favore di coloro la cui capacità lavorativa è ridotta a meno di un terzo a causa di infermità fisica o mentale. Oltre alla percentuale di invalidità sono richiesti almeno 260 contributi settimanali (cinque anni di contribuzione e assicurazione) di cui 156 (tre anni di contribuzione e assicurazione) nel quinquennio precedente la data di presentazione della domanda. Di fatto si tratta di un assegno pensionistico concesso indipendentemente dall’età del lavoratore, per l’erogazione del quale non è richiesta la cessazione dell’attività lavorativa. L’assegno ha validità triennale, ma può essere confermato e prorogato se persistono i requisiti. L’assegno ordinario di invalidità, al compimento dell’età pensionabile e in presenza di tutti i requisiti, viene trasformato d’ufficio in pensione di vecchiaia. L’importo viene determinato con il sistema di calcolo:


  • misto (una quota calcolata con il sistema retributivo e una quota con il sistema; contributivo);
  • contributivo, se il lavoratore ha iniziato l’attività lavorativa dopo il 31.12.1995.

martedì 3 maggio 2016

Matteo Renzi e Denis Verdini

Cosenza c'è già il Partito della Nazione: candidato Carlo Guccione sindaco, con l'appoggio di Ala

Il Paradiso dello “strano amore” tra il Pd di Matteo Renzi e il partitino di Denis Verdini è il Sud. A Cosenza, ecco l’annuncio su twitter del segretario regionale dem Ernesto Magorno: “Il Pd unito punta su Carlo Guccione per il rilancio di Cosenza. #SvoltaCosenza”. Il candidato ha il sostegno anche di Ala, che da quelle parti è rappresentata da Giacomo Mancini, “Giacometto”, nipote dello storico e amato esponete del Psi “Giacomino” Mancini. Mancini jr, socialista qualche lustro fa poi assessore della giunta Scopelliti ora è l’uomo forte di Ala da quelle parti.
“Non stiamo né in maggioranza né all’opposizione” disse Verdini nel corso dell’incontro col Pd venerdì scorso. All’uscita è partito il via libera per consolidare l’asse a Napoli, dove Ala appoggerà la Valente, e a Cosenza. Dove – udite, udite – il candidato trovato non ha l’appoggio di Ncd che a Cosenza e in Calabria ha la sua roccaforte elettorale.
E allora occorre partire dall’inizio. Da quando il partito locale voleva le primarie e Luca Lotti, potente sottosegretario estrae il coniglio dal cilindro. Niente primarie, il nome è Lucio Presta, il manager del vip e marito di Paola Perego. L’idea, condivisa con Verdini, è costruita con Ignazio Abrignani già braccio destro di Scajola ora con Denis, che di Presta è amico. Succede un finimondo. Oltre all’ironia su un candidato più avvezzo alle acque delle Maldive che alla Sila, magari dopo una cena con Briatore a Cortina, ecco il problema politico. Ncd in Calabria conta, eccome. Esprime un potente sottosegretario allo Sviluppo, Tonino Gentile, un altro, Dorina Bianchi, alla Cultura. E un presidente di Commissione, Nino D’Ascola, alla Giustizia. Oltre che, in quelle zone, più voti del Pd. E così, Gentile decide di contarsi sull’avvocato Paolini, un centrista ora in quota scelta civica, attivo nella sanità privata, e che chiedeva le primarie. Spiegano i critici dentro il Pd: “Era ovvio. Noi non abbiamo aperto il confronto. E Gentile che fa? Una mossa politica. Si conta con un suo candidato a Cosenza a Crotone. Così costringe noi a trattare al secondo turno”.
Il primo atto finisce col ritiro di Presta, per motivi personali. Inizia il secondo, con gli stessi protagonisti del primo, ovvero Lotti e Verdini. Di fronte alla confusione più assoluta viene tirato in ballo pure Minniti, per introdurre un po’ di logica politica. La scelta cade con Guccione, consigliere del Pd che chiedeva pure lui le primarie, nella speranza di recuperare Ncd. Tentativo fallito. Spiega Gentile all’HuffPost: “In effetti dopo la vacuità della candidatura di Presta, il Pd si è trovato in enorme difficoltà ma non poteva certo scaricare le divisioni sui noi. Io ho apprezzato molto il comportamento di Minniti, ma era fuori tempo massimo. Noi eravamo già in campo col nostro candidato. E ora non c’è tempo per costruire un’ipotesi unitaria”. Da un lato Pd e Verdini, dall’altro Ncd.
(Da HuffPost)

Alessandro Gassmann Vs Emanuele Filiberto per il tweet sui "partigiani parassiti": "Lancia il sasso e nasconde la mano, come il nonno"

"Vigliacco per tradizione di famiglia". Non accennano a placarsi le polemiche scoppiate in seguito al tweet del principe dei Savoia Emanuele Filiberto: è l'attore Alessandro Gassmann ad attaccarlo il giorno dopo il messaggio lanciato su twitter sui "partigiani parassiti". Un tweet, va ricordato, che l'erede di Casa Savoia ha rimosso affermando di essere stato vittima di un hacker: "Qualcuno è entrato nel mio account e ha mandato articolo su partigiani volendo cavalcare la diatriba sulla mia visita a Noto! Mi dispiace!",ha scritto.

Bianchi.....Rossi.....e "Verdini" LA BANDIERA TRICOLORE

Liquidazione pensioni, il doppio calcolo

L’INPS (messaggio 1180/2016) spiega le procedure di prima liquidazione delle pensioniin seguito all’applicazione della Legge 190/2014 (art. 1, comma 707), che si riferisce a tutte le pensioni dei soggetti iscritti all’AGO e alle forme sostitutive ed esclusive della stessa, in possesso di anzianità contributiva pari o superiore a 18 anni al 31 dicembre 1995 e contribuzione successiva al 31 dicembre 2011. Le istruzioni specificano i criteri per la quantificazione di tale anzianità utile al calcolo retributivo.
Per il momento sono escluse le seguenti pensioni:
  • categoria 024 FS ed ex IPOST, 048–ES, 051–ET, 057–DZ, 063-EL, 037–PM, 040-PMS;
  • comparto militare;
  • spettacolo e sport;
  • in convenzione internazionale;
  • corrisposte alle vittime del terrorismo;
  • in totalizzazione e cumulo. 
La trattazione con il doppio calcolo delle pensioni in essere, con decorrenza 2 gennaio 2012, è effettuata automaticamente a livello centrale. In pratica, ai fini dell’individuazione dell’importo di pensione in pagamento da gennaio 2015, le procedure effettuano i due calcoli: sia con l’applicazione della legge 214/2011, sia con l’applicazione del comma 707 legge 190/2014.

=> Pensioni 2016: le novità del sistema previdenziale

Una volta eseguiti i calcoli, il sistema individua l’importo che risulta minore alla data di decorrenza della pensione. I modelli di liquidazione delle pensioni di tutte le gestioni riporteranno l’informazione del sistema di calcolo utilizzato. Le segnalazioni possibili saranno:
  • “La pensione è stata calcolata ai sensi della legge 214/2011″, per la pensione calcolata senza applicazione della legge 190/2014;
  • “La pensione è stata calcolata in attuazione dell’art. 1, comma 707, della legge 23 dicembre 2014 n. 190″, per la pensione calcolata con applicazione della legge 190/2014 . 
Alla comunicazione saranno allegati i prospetti con entrambi i calcoli.

giovedì 28 aprile 2016

COMUNE DI FORLI CONSIGLIO COMUNALE 2008

COMUNE DI FORLI CONSIGLIO COMUNALE: Anno 2008 Deliberazione n. 137 Pos. Rag. n. ca COMUNE DI FORLI CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 29 Settembre 2008 In sessione ordinaria di prima convocazione del giorno 29 Settembre 2008 alle ore 15:30 in

martedì 26 aprile 2016

Pannelli solari: calcolare il risparmio con Excel

Come quantificare il risparmio energetico ed economico derivante dall’utilizzo dienergie da fonti rinnovabili? I metodi di calcolo sono diversi: da quelli empirici basati su pochi parametri per dare un’idea di massima del risparmio di energia e sui costi di gestione a quelli complessi basati su strumenti molto sofisticati. Con questo tutorial applichiamotramite Excel la procedura semplificata adottata dall’AEEG (Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas) per determinare il risparmio annuo di energia ottenibile con l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria (ACS).
In tutti casi, per poter scegliere la soluzione più adatta al proprio caso, bisogna guardare sempre a fattori quali costo investimento, periodo di ammortamento e risparmioconseguibile con il nuovo impianto.

Irraggiamento solare

Per quanto riguarda l’irraggiamento solare, l’Italia è stata divisa in cinque fasce a livello provinciale. Chi pensa di installare un impianto solare deve anzitutto conoscere la propria fascia di appartenenza:

Risparmio Specifico Lordo

Il Risparmio Specifico Lordo (RSL) per unità di superficie dei collettori è riferito alla quantità di energia risparmiata per la produzione del calore con un pannello solare, alternativo o integrato ad altri sistemi (boiler elettrico/caldaia a gas) e può essere desunto dalla tabella seguente, in funzione:
  • della fascia solare;
  • del tipo di collettore installato (piano/sotto vuoto);
  • dell’impianto di produzione termica sostituito (se boiler elettrico oppure a gas o gasolio):
L’RSL così ottenuto dovrà essere rapportato alla superficie installata: RL = RSL * S [kWh/anno]
(Fonte P.M.I.)

sabato 23 aprile 2016

annozero streaming in piazza dopo la chiusura del programma

No War Fatelo per I BAMBINI ||||

Uccisione in diretta.AVI

ONESTA' E LEGALITA' CON IL TESTIMONE DI GIUSTIZIA - Raccolta fondi su BuonaCausa.org

ONESTA' E LEGALITA' CON IL TESTIMONE DI GIUSTIZIA - Raccolta fondi su BuonaCausa.org: LA VERA LOTTA A TUTTE LE MAFIE FATTA CON UN TESTIMONE DI GIUSTIZIA
SEI pronto potrà essere la tua occasione non e uno scherzo anzi ti dirò e una cosa seria e sarai al servizio della legalità  
Noi non faremo mai la sagra dell’ipocrisia. Leggete tutto e un grande progetto.
Cittadini Patto per la sic…

venerdì 22 aprile 2016

Samuele Bersani - Spaccacuore

PAGARE E SOLO PAGARE ........

Ormai, accortosi che la "voragine debitoria" creata dal SETTORE PUBBLICO, il PD (locale e nazionale) invece di intervenire sulla CAUSA stà cercando di PRIVATIZZARE il nostro Paese Italia. Una vera illusione, in quanto stà, o meglio ha già creato una DEFLAZIONE dalla quale non ne usciremo più !!!!! (per i compagni: DEFLAZIONE= quando la gente non spende + non facendo circolare denaro, si innesca un meccanismo micidiale..... ovvero LE AZIENDE/NEGOZI ECC. NON VENDONO PIU' , SONO COSTRETTE A LICENZIARE (ed ecco il perchè è stato fatto il Jobs Act e abolizione art. 18) , OGNI LICENZIAMENTO VA' AD INFOLTIRE A SUA VOLTA COLORO CHE NON METTONO IN CIRCOLO IL DENARO......e di seguito questo circolo vizioso diventa un moto perpetuo, fino a quando la gente non si renderà conto che per CURARSI deve PAGARE, per LAVARSI, USARE ACQUA deve PAGARE, per avere UNA CASA deve PAGARE, e di conseguenza per SCALDARSI, ILLUMINARE deve PAGARE, per usare UN AUTO deve PAGARE, per SOPRAVVIVERE devi PAGARE....... PAGARE...... PAGARE .......... e non potrà più MANGIARE. Ma poi anche per MORIRE devi PAGARE, e allora come si intende fare ?

lunedì 18 aprile 2016

Il Paese dei "FARLOCCHI" !!!!!

Ora, dai..... non ci vuole uno "Q.I. " tanto elevato per capire (Q.I. = Quoziente di Intelligenza) come questo Paese che io considero DI MERDA o meglio "popolato da gente di merda", che come la tazza del mio water RICEVE, RACCOGLIE quotidianamente "MERDA SU MERDA !!!.



Basta guardare quante persone sono state FREGATE (circa 2000) dal Decreto Legge "Salva Banche" (Banca Etruria ecc.) fra l'altro tante di queste persone, hanno tranquillamente sbandierato gli importi di "risparmi di una vita" (loro li chiamano così, io quei RISPARMI LI' nemmeno in 2 vite li avrei accumulati). Ed è logico pensare che tutte queste persone siano proprio coloro che hanno sempre sostenuto il Governo Renzi, oggi dopo averlo preso in C. si rivoltano contro, ma il tempo (è sempre accaduto così) gli farà dimenticare e nel 2018 rimetteranno ancora una volta la "croce" (nella scheda elettorale) sul simbolo del PD. (statene certi).
Ma poi..... dopo la chiusura di questo REFERENDUM il Vostro caro amico Renzi, fà un discorso idiota (al quale sicuramente tanti hanno dato ragione) denigrando TELEVISIONI, SOCIAL NETWORK quando lui stesso ha fatto ABUSO di questi mezzi per i suoi INTERESSI (come dimostra il Twit nella foto sopra e continueremo a vederlo con un "tablet" o "Telefonino" in mano......... Ma mi chiedo, quanto vale la pena restare in questo "Paese di Farlocchi"?????

venerdì 15 aprile 2016

Claudio Cominardi (M5S) Contrasto alla povertà

Esodati settima salvaguardia

Al via la settima salvaguardia per gli esodati penalizzati dalla Riforma delle Pensioni Fornero, in totale i tutelati salgono ad oltre 172 mila lavoratori.

La salvaguardia vede coinvolti 26.300 soggettiesodati rientranti nelle categorie dettagliatamente descritte dall’articolo 1, comma 265, della legge n. 208 del 2015 (lavoratori in mobilità, prosecutori volontari, cessati dal lavoro, fruitori di congedo per assistenza a figli disabili). Questi, per accedere alla pensione secondo le regole previgenti rispetto alla Riforma delle Pensioni Fornero, dovranno presentare il modello di istanzaallegato alla Circolare del Ministero alla Direzione territoriale del lavoro competente,entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge.
La modulistica allegata alla Circolare comprende:
  • modello di istanza di ammissione ai benefici;
  • 3 modelli di dichiarazione sostitutiva di certificazione;
  • modello di decisione di accoglimento della Commissione;
  • modello di decisione di non accoglimento della Commissione.
La settima salvaguardia porta i lavoratori esodati tutelati dalle penalizzazioni della cosiddetta Legge Fornero-Monti a 172.466, secondo i numeri risultanti dall’attività di monitoraggio e verifica relativa alle precedenti misure di salvaguardia.

GAS..... "Quanto Inquina" ?

Per quanto riguarda la questione INQUINAMENTO, il GAS è più pulito del PETROLIO ?
- Sì, inquina meno "l'aria". E per questo è anche preferito e inoltre produce meno anidride carbonica, il gas serra che può MODIFICARE IL CLIMA TERRESTRE. Quindi da questo punto di vista è nettamente preferibile al Petrolio e al Carbone. Esiste però il problema delle PERDITE !!!
                                                              CIOE' ?

- Il principale componente del Gas Naturale è il Metano, che è un POTENTISSIMO GAS SERRA. Addirittura 21 volte in più dell' Anidride Carbonica. Quindi, se si verificano perdite durante il trasporto, il Metano viene liberato nell' aria. Cosa che accade, in particolare nei GASDOTTI in "cattive condizioni".
                                                       QUANTO SE NE PERDE ?

- Non ci sono stime precise, ma si pensa che le perdite da trasporto, insieme alle Combustioni Incomplete, rappresentino l' 8- 10%  del metano introdotto dall'uomo nell'atmosfera.     

lunedì 11 aprile 2016

Boom assunzioni duraturo?

Ora è lecito chiedersi se questo boom di assunzioni e trasformazioni sia destinato a rimanere limitato al 2015 e porsi domande sulla qualità della nuova occupazione e sulleprospettive di lunga durata dei contratti, una volta che si saranno esauriti gli sgravi triennali. Vanno poi considerati i costi a carico dello Stato per questa misura, che sembra aver dato un impulso solo estemporaneo all’occupazione.
NELLA REALTA' UN TOTALE FALLIMENTO !!!!!